Se sbagli, recuperi

“Se sbagli, recuperi” è una di quelle affermazioni a cui non ho mai creduto troppo, perché sono sempre  stata dell’idea che “Se sbagli, hai sbagliato”.

Ma ultimamente sto cercando di cambiare il mio punto di vista e pensare che sì, si sbaglia, ma si va avanti, dallo sbaglio possono nascere cose buone, ma soprattutto NON è un dramma.

Ci possono essere milioni di errori differenti di cui parlare, ma oggi ho scelto di raccontarvi uno dei più recente, quello culinario. Sono una grande appassionata di cose belle, ma anche buone e il divertimento più grande lo trovo dalle sperimentazioni culinarie. Ho cambiato molto la mia alimentazione negli ultimi anni e sono sempre in cerca di cose nuove da imparare e ricette interessanti da provare, così in uno dei miei tanti “giorno di esperimento” ho guardato il frigo, trovato della ricotta e pensato che fosse arrivato il momento di una golosissima “Torta di Ricotta”.

Concluso il primo step decisionale, è iniziata la ricerca  della “ricetta perfetta” fatta di  frolla senza burro, di un ripieno goloso e di quel tanto di zucchero che basta; una volta coordinato ciò che ho trovato con ciò che la dispensa offriva, ho organizzato la cucina e il piano d’attacco. Mi sono messa subito all’opera seguendo – stranamente – la ricetta alla lettera, aggiustandola all’occorrenza e sentendo la soddisfazione salire mano a mano che si andava componendo. Arrivato così il momento dell’infornata nella mia testa rimbombava solamente il pensiero dell’assaggio accompagnato da un languirono irresistibile.

Passano 30 minuti, spengo il forno e la lascio lì a riposare. Passano ore prima che riesca a soddisfare la mia voglia di dolcezza e una volta arrivata al momento dell’assaggio taglio una fetta tagliata di proporzioni galattiche, sempre più orgogliosa addento.

Addento, inizio a non capire, a sentire la confusione “Dov’è la dolcezza? E la golosità? E l’allegria?”

Guardo quella fetta traditrice, la addento di nuovo e la confusione aumenta; a quel punto il mio cervello, ancora impostato su “Dolcezza”, non riesce a capire, sta per buttare tutto poi decide improvvisamente di fare reset e cambiare impostazioni su “Salato”. L’illuminazione: “Ma è una frittata!!!!!!!!!!!”

E fu così che per cena ci si ritrovò con una torta salata ripiena di frittata e ricotta accompagnata (egregiamente) da del  radicchio in agrodolce, con la reputazione salva e lo spreco evitato!

 

img_7998

 

 

 

 

Advertisements

One thought on “Se sbagli, recuperi

  1. Pingback: Golosità |

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s